Anno 2018

Quando l’esempio non è edificante, ma dirompente

Agli inizi di ottobre le giornate sono fresche rispetto al mese precedente. Tutto invita a gustare queste mattinate piene di luce, profumi e colori generosamente profusi dal Buon Dio.

L’unica stonatura (ma solo per i ragazzi) è la coincidenza con l’inizio dell’anno scolastico. Ma è solo questione del primo giorno. Per il resto, il copione si ripete puntualmente come ogni anno: “Già, come ogni anno” ho pensato riandando con la memoria a quei giorni lontani, quando anche io frequentavo le scuole superiori. Piano piano, chissà perché mi sono lasciato circondare dai ricordi. Ascoltando i dialoghi dei ragazzi di oggi ho scoperto che erano gli stessi a cui anche io avevo partecipato tanti anni fa.

RIFLESSIONI

La situazione oggi è demoralizzante.

L’umanità purtroppo rifiuta la verità e chiede di essere ingannata. Per questo viviamo in un mondo di falsità. Conoscere la verità diventa una perdita di tempo. Le categorie vero-falso sono state sostituite dai “gusti personali” ed è questo che guida i giudizi della maggioranza. 

Nonostante la vita senza Dio non possa funzionare, la gente vuole credere disperatamente che la vita funzioni meglio senza di Lui.